Storia

La storia della Ditta Luigi Azzoni è la storia dello sviluppo industriale della città di Lecco e del suo circondario.
Da secoli è un’importante realtà nel settore della distribuzione industriale, in una delle zone più industrializzate d’Italia.

Una menzione speciale và al Rifugio Azzoni.

2019

A febbraio viene a mancare all’età di 95 anni il dott. Luciano Azzoni, artefice dello sviluppo della ditta.

2018

Vengono installati nella sede di via Guado 3 magazzini automatici a sviluppo verticale Modula per lo stoccaggio di articoli di piccole dimensioni e viene acquistato un nuovo programma operativo per la gestione dei dati.

2017

Entra in azienda la nuova generazione con Michele, figlio di Giulio, laureato in Ingegneria al Politecnico di Milano, e il dott. Luciano, tranquillizzato dalla continuità familiare, lascia la ditta all’età di 94 anni.

1998

Problemi di spazio e di viabilità suggeriscono la costruzione di una nuova sede in zona pescarenico, e così avviene il trasferimento in via Guado 8, nei pressi dello svincolo Lecco/Bione della nuova superstrada.
La sede è dotata di moderne tecnologie di movimentazioni merci e di strumenti informatici in costante evoluzione. Sempre nello stesso anno viene fondato il “G8 group“, associazione fra imprese dello stesso settore il cui scopo è di garantire, tramite aiuto reciproco, la completa soddisfazione del cliente.

1976

Scompare Silvio e nell’anno seguente anche il fratello Giulio, ma presto il dott. Luciano viene affiancato dal figlio Giulio, laureatosi anche lui in economia e commercio all’Università Cattolica.

1962

La ditta si trasferisce in un nuovo stabile in Via Carlo Cattaneo 66 sempre a Lecco.

1949

Il rag. Luigi Azzoni, assessore alle finanze di Lecco e presidente dell’Unione Commercianti, scompare, ma per fortuna era pronta la nuova generazione, rappresentata da Luciano Azzoni che, nato nel 1924 da Giulio, aveva compiuto regolare corso di studi laureandosi in Economia e Commercio all’Università Cattolica nel 1947.

1943

In agosto la filiale di Milano viene distrutta da un bombardamento.

1922

Il negozio trasloca in Via Cavour a Lecco e viene aperta una filiale a Milano in Via Santa Maria alla Porta, sempre per il commercio di pellami e affini.
 Si può dire che da allora inizia una nuova fase con il passaggio dalle cinghie di cuoio alle cinghie trapezoidali (accordo con Pirelli nel 1930), alle trasmissioni con cuscinetti a sfera (SKF dal 1927), agli abrasivi, ai lubrificanti, e più in generale agli articoli tecnici per l’industria.

1900

Nei primi del 1900 viene abbandonata l’industria conciaria e trasferita a Lecco l’attività di commercio di pellami e simili sotto la ragione sociale “detta Luigi Azzoni”, divenuta poi “Ditta Luigi Azzoni“.
Inizialmente a Lecco in Piazza XX Settembre, poi nel 1909 in Piazza Santa Marta.

1800

Da Nicola nacque Lazzaro e da Lazzaro nel 1824 nacque Luigi, primo podestà del comune di Mandello del Lario, dal quale prende il nome l’azienda pervenuta sino ai giorni nostri.
L’attività viene poi portata avanti dal figlio di Luigi, Lazzaro (stesso nome del nonno), che scompare prematuramente nel 1902, lasciando i figli Luigi (1886-1947) Silvio (1889-1976) e Giulio (1894-1977) in giovane età.

1700

Agli inizi del ‘700, Nicola Azzoni, figlio di Giovanni Battista, commerciava e conciava pellami a Molina di Mandello del Lario. Era soprannominato “crivellino” perché da certe pelli si ricavavano i “crivelli”, attrezzi usati per selezionare le sementi e le granaglie.

1300

Petrus Azzoni, filius quondam Lafrandi, viveva nel 1300 a Molina di Mandello del Lario, come da testamento rogato il 12/12/1354.